Francisco Camacho e Meg Stuart

Steal you for a moment

La collaborazione artistica tra Francisco Camacho e Meg Stuart risale ai primi lavori della Stuart, in particolare Disfigure Study (1991).
Il loro profondo legame personale è cresciuto attraverso vari progetti, come l’acclamato solo BLESSED di Stuart, che Camacho esegue dal 2007.

Ora, per la prima volta in tre decenni, si riuniscono sul palco per un duetto che trae ispirazione dalle misteriose rovine nuragiche della Sardegna.
Al crepuscolo di questa antica civiltà, giganti di pietra sorvegliavano le coste dell’isola – tracce di una ricca cultura che si è lentamente erosa.
Andando oltre le mura dei musei, Camacho e Stuart si addentrano nelle lacune, nelle assenze della storia. Cosa rimane?

L’artista visivo Gaëtan Rusquet e il sound designer Vincent Malstaf creano un paesaggio che, come i siti nuragici, potrebbe provenire dal futuro o addirittura esistere al di fuori del tempo.

In questo spazio, Camacho e Stuart scavano manufatti emozionali. Scala e dimensioni alimentano un contrasto ricercato: posture minimali con sfolgorii di emozioni, rabbia e forza compresse e domate.

Con le loro voci trasmettono un linguaggio perduto, tessendo connessioni che attraversano universi. Si incontrano attraverso il ritmo e la ripetizione, riavvolgono e accelerano, codificano e decifrano, creano e rompono schemi. Ascoltando il passato, costruiscono un’archeologia del presente che non distingue tra mistico e mondano.

Francisco Camacho è coreografo, danzatore, membro fondatore e direttore artistico di EIRA. È uno dei protagonisti del movimento di danza contemporanea nato alla fine degli anni Ottanta in Portogallo. Ha diretto 22 lavori di gruppo e 20 assoli, 11 lavori realizzati come coautore, oltre a creazioni in ambito didattico nei campi della danza e del teatro. All’attività coreografica, che gli ha procurato i più importanti riconoscimenti in Portogallo, lavora frequentemente come interprete per diversi coreografi e registi teatrali.

Meg Stuart è una coreografa, regista e danzatrice che vive e lavora a Berlino e Bruxelles. Con la sua compagnia, Damaged Goods, fondata nel 1994, ha creato oltre trenta produzioni. Il suo lavoro, guidato da un dialogo continuo con artisti di diverse discipline, si muove liberamente tra i generi della danza, del teatro e delle arti visive.
Nelle sue performane esplora la danza come fonte di guarigione e mezzo per trasformare il tessuto sociale.

Creato e interpretato da: Francisco Camacho, Meg Stuart
Scenografia: Gaëtan Rusquet
Sound design: Vincent Malstaf
Light design e direzione tecnica: Frank Laubenheimer
Assistenza artistica: Márcio Kerber Canabarro
Occhio esterno: Sigal Zouk
Produzione: Damaged Goods, EIRA
Co-produzione: Fuorimargine, Perpodium

Con il sostegno del Governo fiammingo, della Commissione della Comunità fiamminga e della misura di protezione fiscale del Governo Federale del Belgio tramite Cronos Invest, del Governo del Portogallo con il Ministero della Cultura, Direzione Generale delle Arti e del Comune di Lisbona

 

CONTATTI
produzione@fuorimargine.eu
+39 333 343 4144

PH: Bruno Simão – Galleries of Rural Life – Visitable Reserve of the National Museum of Ethnology Lisbon

Associazione Culturale Spaziodanza
via Cornalias 24, Cagliari 09121
partiva iva: 01691040925
PEC: associazione.culturalespaziodanza@pec.it

Utilizziamo i cookie per offrirvi una migliore esperienza del sito web.

Cookie Policy
Privacy Policy
Consenso Cookies


Dark mode

Website design: Subtitle Development: MB/MH
© Spaziodanza 2023